dentista Milano Tosco telefono 0258310465

Gnatologia

La gnatologia consiste nelle terapie mirate a risolvere problemi ed effetti del bruxismo a carico delle articolazioni temporo-madibolari (rumori in apertura e chiusura della bocca e blocco dell'articolazione), attraverso l'utilizzo di apparecchi detti bite plane, in grado di limitare il danno di erosione dentale e ridefinire la corretta masticazione del soggetto.

Le principali cause del bruxismo (ossia il digrignare i denti) possono essere di tipo tensionale (stress) e funzionale (occlusione non corretta) o un mix di entrambe; per essere risolte richiedono l'utilizzo di bite plane realizzati dal laboratorio odontotecnico e adattati alla specifica occlusione del soggetto dal dentista. Il bite dentale per il bruxismo ha una struttura rigida a piani lisci, che permette di controllare lo stress masticatorio a cui sono sottoposti i mascellari e consente di determinare la posizione dei contatti anomali presenti tra i denti.

Questi contatti anomali che il dentista rileva durante la visita di controllo, vengono eventualmente rimossi con un processo di limatura (molaggio selettivo) in modo da favorire una migliore occlusione ed evitare l'automatismo del digrignare i denti. Infatti il soggetto, inconsapevolemente, per favorire una migliore occlusione tende al digrignamento per limare le superfici dentali. In caso di origine tensionale del bruxismo, il bite assicura una protezione dello smalto dentale ma per risolvere la causa del problema bisogna indagare l'origine della tensione nervosa.

Il bite realizzato dal dentista viene costruito mediante impronta delle arcate dentarie dal laboratorio odontotecnico e viene adattato dal dentista una volta che questo viene posizionato in bocca al paziente, in modo che ci possano essere dei contatti simultanei dei denti sul bite. Il bite viene utilizzato per tempo determinato al fine di risolvere i problemi occlusali e a tempo inddeterminato come protezione della dentatura.

I bite dentali prefomati, acquistabili nelle farmacie, sebbene risolvano il problema dell'erosione dello smalto dato dal digrignare i denti, non permettono un accurato bilanciamento della masticazione, che è unica per ogni soggetto, quindi non hanno funzionalità terapeutica.

Le disfunzioni dell'articolazione temporo mandibolare sono dovute a una alterata coordinazione fra i capi articolari della mandibola con la base cranica; creano sintomatologie dolorose all'apertura della bocca e arrivano in alcuni casi a impedirne un'apertura completa. Spesso i sintomi più comuni che le accompagnano sono cefalee, dolori al collo e dolore all'interno dell'orecchio e rumori all'apertura e chiusura della bocca.

Le principali cause delle disfunzioni dell'articolazione temporo mandibolare sono gli alterati rapporti di masticazione degli elementi dentali. La correzione di queste disfuzioni della masticazione comporta un costante utilizzo di bite plane particolari (placche di riposizionamento), che sono in grado di riequilibrare i rapporti tra le strutture delle articolazioni temporo mandibolari coinvolte. Per risolvere i casi più complessi, può essere anche necessario un trattamento chirurgico maxillo-facciale e una riabilitazione orale ortodontica e protesica.